Test

Lo specialista degli sport di montagna!

  1. Home
  2. Le nostre guide
  3. Sci
  4. Attrezzatura da sci
  5. Che cos'è il bootfitting?

Che cos'è il bootfitting?

Che cos'è il bootfitting?

Sono finiti i giorni in cui lo sciatore non aveva altra scelta se non quella di adattarsi, in un modo o nell'altro, agli scarponi da sci standardizzati. Grazie all bootfitting, è lo scarpone da sci che si adatta alla morfologia di chi lo indossa, e non il contrario. Una panoramica dei metodi che compongono il bootfitting, una tecnica per adattare gli scarponi ai piedi dello sciatore.

ANALISI DELLA MORFOLOGIA DEL PIEDE

Prima di tutto, il professionista del bootfitting farà un'analisi meticolosa della morfologia del vostro piede. Questa ispezione determinerà prima di tutto il tipo di piede: è "normale" (buon equilibrio tra le diverse parti del piede), cavo (i punti di pressione sono poi concentrati su determinate aree) o piatto (il supporto è lo stesso su tutta la superficie inferiore)? Si dovrebbe anche verificare se il piede è pronatore (cedimento del piede verso l'interno) o supinatore (cedimento del piede verso l'esterno, che è più raro). Infine, questo "inventario di apparecchi" permette di individuare possibili patologie della forma del piede, come l'alluce valgo (che è una deformazione della base dell'alluce verso l'esterno).

SCEGLIERE LA SCARPA GIUSTA

Una volta ottenute tutte le informazioni necessarie in fase di analisi del piede, è il momento di scegliere il paio di scarponi ideale per affrontare le lunghe e belle giornate di sci. Per fare questo, il professionista prenderà le misure dei piedi dello sciatore, comprese le dimensioni, naturalmente, ma anche altri dati cruciali da prendere in considerazione, come la misura dei malleoli (la sporgenza ossea esterna delle caviglie) o la larghezza metatarsale (corrispondente più o meno alla parte più larga del piede). Ora che questi dati sono stati compilati, è il momento di guardare l'indice flex. Questo indice determina il livello di rigidità dello scarpone da sci. Oltre al tipo di piede, è l'esperienza dello sciatore e quindi la sua facilità sugli sci che determina quale indice di flessione mirare.

DESIGN SU MISURA PER LA SUOLA

Il bootfitting si basa sulla personalizzazione del paio di scarpe, quindi non è pensabile limitarsi alla suola standard della scarpa scelta. Il professionista del bootfitting che consultate prenderà la vostra impronta del piede, che gli permetterà di realizzare una suola adattata al 100% alla struttura del vostro piede. Una soletta su misura rispetterà l'equilibrio naturale dei supporti di un piede "perfetto", o al contrario compenserà le carenze di un piede piatto o cavo. Una buona soletta è un must affinché la fine di una giornata di sci non si trasformi in una tortura per i piedi.

TERMOFORMATURA DEL RIVESTIMENTO

La fodera è la parte interna e rimovibile dello scarpone da sci. È l'elemento "morbido" della struttura, che protegge il piede dagli urti, fornisce sostegno e isolamento termico. Nel bootfitting è consigliabile lavorare esclusivamente con stivali compatibili con la tecnica della termoformatura. Questo metodo consiste nel riscaldare lo stivale, il cui materiale si espanderà poi in modo significativo sotto l'effetto del calore. Mentre è ancora caldo, lo sciatore indossa lo scarpone che, raffreddandosi, si adatta perfettamente alla forma del piede. In termini morfologici, il "rotolo" degli stivali è lo stivale iniettato. Questo scarpone iniettato è realizzato con la propulsione di una schiuma che cattura l'impronta del piede dello sciatore, fino alla minima deformazione, per un'ergonomia ottimale.

FINITURE DI SCAFO

Quando il piede ha una forma molto particolare, una scarpa ben scelta, una suola su misura e una scarpa termoformata possono non essere sufficienti. Questo avviene in particolare quando il piede soffre di una prominenza molto pronunciata, con parti estremamente sporgenti, ad esempio nel caso di gravi alluce valgo. In questi casi, il professionista è costretto a lavorare direttamente sulla struttura della scarpa, in modo localizzato, per adattare con precisione la forma del guscio alla malformazione della preoccupazione.

STRINGERE BENE LA SCARPA

Durante una sessione di sci, il piede si gonfia gradualmente. È il meccanismo di difesa naturale del corpo contro il freddo, per proteggere gli arti dalle basse temperature. Pertanto, è importante regolare la tenuta degli stivali con precisione prima del grande inizio. Un serraggio troppo ridotto causerà il "galleggiamento" del piede e genererà disagio per l'utente. Al contrario, una scarpa troppo stretta metterà rapidamente alla prova chi la indossa, non appena il piede avrà naturalmente guadagnato volume durante il giorno. Il professionista del bootfitting saprà quale serraggio è meglio per voi e vi consiglierà di conseguenza.

ASCOLTARE LE TUE SENSAZIONI IN PISTA

Per testare un sistema, niente è meglio della pratica. Spetta allo sciatore stesso ascoltare le proprie sensazioni sulle piste per essere sicuro che le impostazioni scelte siano quelle giuste. Possibili sensazioni di disagio, dolore, sensazione di galleggiamento... Siate attenti a tutto ciò che il vostro corpo e i vostri piedi vi dicono durante una sessione di sci. Questo feedback è prezioso per il professionista: è sulla base di questi dati che può regolare le sue impostazioni e perfezionare la personalizzazione dei vostri stivali.

COSTO DI BOOTFITTING

Come ogni prodotto su misura, questa pratica rappresenta un costo significativo. Se avete già delle scarpe con cui vi sentite a vostro agio, che desiderate perfezionare con uno o più aggiustamenti, la nota all'arrivo sarà ovviamente più conveniente. Una semplice regolazione della scarpa può costare solo poche decine di euro, ad esempio. Al contrario, per il "totale" e un adeguamento completo, vi costerà tra i 500 e i 1.000 euro, a seconda dello specialista. Un prezzo sostanzioso da mettere in prospettiva con i vantaggi: una tale coppia vi garantisce molti anni di sci in un comfort ottimale e con un rischio di incidente notevolmente ridotto.